• Ultimo Aggiornamento: Lunedì 28 Settembre 2020 - 10:16:59
Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Parzialmente nuvoloso

20.56°C

Parzialmente nuvoloso
Umidità: 39%
Vento: WNW a 4.35 K/H
Martedì
Per lo più soleggiato
10.56°C / 20.56°C
Mercoledì
Parzialmente nuvoloso
11.11°C / 21.11°C
Giovedì
Parzialmente nuvoloso
11.11°C / 21.67°C
ChampagneHo incontrato lo Champagne La Tour, genuina produzione sammaurese ancorché scritto tutto in francese, in una lettera nella quale Pascoli domandava, da Messina, all'amico Pietro Guidi, detto Piróz, di procurargliene sei bottiglie per festeggiare “l'arrivo della sesta medaglia Olandese” (si tratta del concorso di poesia latina dell'Accademia di Amsterdam, che egli vinse per ben tredici volte).Ho dell'eccellente vino Toscano e Siciliano - spiegava -; ma la Romagna la voglio rappresentata”. “Tu non sai - seguitava - perché amo tanto codesto vino. Perché mi ricorda quel giorno, in cui scorreva a profusione; perché mi ricorda l'arrivederci del mio Enrico [Tognacci] e del suo Giulio a Rimini”. In altre lettere, a Leopoldo Tosi, collega lo Champagne la Tour a giorni di “letizia”; dichiara: “con che orgoglio ne farò assaggiare - con certa parsimonia - a qualche visitatore degno di questo vino nato dove son nato io!"; proclama che ha “il bouquet della piccola patria”. Lo Champagne La Tour era il pezzo pregiato - come s'evince anche dal costo: una cassa di dodici bottiglie 21 Lire - della pur notevole e varia produzione vinicola della Torre: esportata anche all'estero - Brasile, Svizzera, Germania... - e cresciuta sotto la spinta di Leopoldo Tosi a cavallo di Ottocento e Novecento. Non è dato sapere quanti indigeni abbiano assaggiato lo Champagne La Tour. Non credo molti, per usare un'espressione attenuata. All'epoca la Romagna era una regione assai povera, oltre che ribelle, e come assicurava una sentenza popolare: “Una miseria cmè a Sa' Mèvar la n gn'è invél (Una miseria come a San Mauro non c'è da nessuna parte)”.
Gianfranco Miro Gori
Pin It