Sanmauropascolinews.it

Sanmauropascolinews.it

Acquazzoni

18.33°C

Acquazzoni
Umidità: 90%
Vento: SE a 4.35 K/H
Lunedì
Temporali
16.67°C / 23.89°C
Martedì
Temporali
17.22°C / 23.33°C
Mercoledì
Temporali sparsi
16.11°C / 25.56°C

MusicaE' l'“arte delle Muse”. Figlie di Zeus e Mnemosine, nel mito greco le Muse sono le dee protettrici delle arti e delle scienze. Dunque la musica è l'arte per eccellenza; e fu per i Greci una componente fondamentale della loro vita. Non m'azzardo ad affermare che a San Mauro sia accaduta la medesima cosa, ma certo fra le attività dell'ingegno, della creatività, la musica è quella che ha goduto e gode della maggior diffusione. Perché ciò sia accaduto, non è facile spiegare in modo dettagliato, ma di certo al centro di tutto c'è la banda comunale e la scuola di musica a essa collegata. Nel libro San Mauro per immagini, pubblicato all'inizio degli anni Ottanta e originato da una selezione delle fotografie esposte nella mostra omonima, compaiono, compresa quella di copertina dedicata ai calzolai, ottanta fotografie, tre d'esse riguardano: la banda nel 1885, la fanfara socialista, la banda nel 1939. La prima formazione di circa una trentina d'elementi esibisce una ricca divisa con cappello piumato; la fanfara è composta da undici musicisti in abiti borghesi; l'ultima da circa una quarantina sul palco nella piazza davanti al comune, col direttore in prima fila, il solo in borghese. Le immagini attestano incontrovertibilmente questa significativa presenza. Che accompagnerà fino ai giorni nostri le principali ricorrenze pubbliche della comunità; e non solo. Com'è accaduto in altri comuni romagnoli, la banda ha tratto costante alimento dalla scuola di musica. Non vado lontano dal vero se affermo che San Mauro è uno dei non molti municipi in cui banda e scuola hanno ottenuto, dagli ultimi decenni dell'Ottocento a oggi, risultati di durata e qualità così cospicui. Molti e notevoli i direttori. E molti i musicisti che nella “piccola patria” hanno imparato il mestiere e quindi ne hanno oltrepassato i confini.
In attesa che qualcuno studi il tema in maniera puntuale e stabilisca il catalogo, citerò tra i direttori l'attuale: Fabio Bertozzi; e tra i musicisti i tre fratelli Foschi e Nicola Domeniconi, giovani tutti insigniti col premio la Torre d'oro. Desidero ricordare anche i Gori: Gigetto e Marino, aggiungemdo che Stefano, figlio di Marino, ha composto testi e musiche di un 45 giri intitolato Oh San Mauro!, pubblicato nella metà degli anni Settanta. A partire dagli anni Sessanta molti giovani si sono dedicati al rock dando avvio a un fermento musicale che ha oggi nel festival Sammaurock il suo punto di riferimento. Appartengono all'inizio di quest'onda Piero Gori, prematuramente scomparso, ma a lungo attivo come cantante, e Luigi Ceccarelli, in origine batterista e oggi affermato compositore, che s'è dedicato anche a Pascoli.

Pin It

Commenti  

# Voce da rifareGuest 2014-12-29 09:23
Tante troppe dimenticanze caro Miro. Una maggiore documentazione non ti avrebbe fatto male. Non hai citato Gianni Paganelli e I Vulcani che hanno fatto dei dischi. Poi il coro di San mauro Don Lorenzo Perosi che c'è da molti decenni. Visto che hai messo Sammaurock potevi anche mettere i Not Only noise di Marco Silvagni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
# RE: Voce da rifareMiro Gori 2014-12-30 12:01
Mio caro amico, ti chiamerò così, visto che non sottoscrivi la tua lettera, però ti rivolgi a me in maniera confidenziale e in modo (a parte il titolo: Voce da rifare) non particolarmente aggressivo. Anzitutto ti ringrazio dei suggerimenti che giungono graditi. Presentando questo Minilessico, infatti, avevamo precisato: “Suggerimenti e obiezioni saranno attentamente scrutinati”. Avevamo premesso, nondimeno, un paio di frasi che riporto, e non perché mi piaccia citarmi: “Non verranno elencate bibliografie né esibite note a pie' di pagina. Tutto ciò che sarà mostrato e scritto ha origine nella nostra memoria: memoria di ciò che abbiamo letto, visto, ascoltato, immaginato”. Non basta. Nella presente voce, prima di elencare i nomi, esponendomi al rischio di eventuali omissioni, mi sono preoccupato di avvertire: “In attesa che qualcuno studi il tema in maniera puntuale e stabilisca il catalogo, citerò [...]”. E indicavo alcuni nomi. Da tutto ciò appare evidente che il Minilessico non si basa su ricerche o “documentazione”, come la chiami tu. Scelta che, ovviamente, sei liberissimo di non condividere. In ogni caso ancora grazie dei suggerimenti e delle critiche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore